Lo Zafferano di Nepi

Passato e presente si mescolano per ottenere un prodotto d’eccellenza

L’amore per la tradizione che incontra il coraggio dell’innovazione. Il piacere del ritorno alle origini che si mescola con le esigenze del presente. Lo Zafferano di Nepi è il risultato di una combinazione di mondi lontani: insolita, forse, ma proprio per questo unica.

Ciò che ne viene fuori, infatti, è un prodotto raffinato, di classe, coerente con il metodo esclusivo utilizzato e la storia inconfondibile che ci sono dietro.

In una parola: qualità. Un valore imprescindibile, se si pensa alla purezza e alla delicatezza dello Zafferano di Nepi, che prende il nome dal comune di origini antiche conosciuto anche per le sue preziose sorgenti minerali e la sua acqua leggermente frizzante.

Figlio di una terra che offre molti preziosi prodotti, il Crocus Sativus rispetta la tradizione: immense distese ne permettono la coltivazione, anche grazie a un suolo morbido in superficie e a una tessitura argillosa-vulcanica che favorisce drenaggio e fertilità.

Nepi sorge in un paesaggio inviolato, a ridosso dell’Agro Falisco: siamo in pieno Centro Italia, nel territorio della bassa Etruria. Quella su cui operiamo è un’area ricca, rigogliosa, perfetta per la produzione del biologico.

Tradizione e ritorno alle origini stanno tutte qui: la valorizzazione del territorio locale e della vita di campagna sono state le molle che ci hanno catapultato verso un’idea di prodotto che si distaccasse dalla frenesia della città e che restituisse lo stimolo di una sfida, non solo con noi stessi ma anche con tutti i curiosi che ci avrebbero accolto.

La Cultivar

La qualità e la quantità non faticano a raggiungere livelli considerevoli.

La prelibatezza della spezia che nasce dal Crocus Sativus è tale in quanto rispecchia l’unione di quattro caratteristiche principali.

Dal rosso porpora all’oro del sole: prima di essere un piacere per la bocca e per il naso, gli stimmi del Crocus Sativus di Nepi lo sono soprattutto per gli occhi. La gamma di colori che sprigionano regala la possibilità di utilizzarli anche a fini decorativi, conferendo vivacità a un piatto all’apparenza più semplice.

Peculiarità centrale di questi preziosi filamenti è la capacità di mantenere inalterate, oltre alle sostante nutritive, sia il sapore che l’aroma, grazie a un’essiccazione che ha luogo in particolari cabine appositamente create per ospitare questo gioiello.

E infine, la quantità. A differenza di altri tipi di contesti, in cui si ritiene difficile associare i grandi numeri a un elevato standard di qualità, con lo Zafferano di Nepi il discorso cambia radicalmente. Grazie agli immensi spazi per la coltura del fiore, alle caratteristiche descritte e agli accorgimenti adottati, la qualità e la quantità non faticano a raggiungere livelli considerevoli.